LA SETTIMANA MAGICA – INCONTRARE SE STESSI- RIFLESSIONI

LA SETTIMANA MAGICA – INCONTRARE SE STESSI- RIFLESSIONI5 agosto 2018

Corsi / Eventi / Laboratori / Residenze creative / Scienza dello spirito

Otto giorni fa salutavamo i nuovi amici de La Casa per le Arti  a conclusione dell’esperienza di scultura condivisa dal 21 al 28 luglio,  guidata da Walter coadiuvato da Nando e da Emilia dietro le quinte.

Si aggiungeva così un altro tassello all’affresco che è il nostro progetto L’arte salva il mondo.  Le forme, i suoni  e i colori che si sono manifestati, giunti a quiete attraverso tutti noi,  ancora risuonano nella calma silenziosa  di questa estate giunta al suo culmine.

I cuccioli della nostra colonia felina crescono e giocano guizzando come pesci e volando come farfalle e,  al calar del sole, dopo il lavoro, ci fanno sorridere il cuore di tenerezza.

Anche il nuovo laboratorio della scultura si va trasformando e arricchendo di nuove opere che,  “richiamate” dai gesti degli scultori, ci parlano del mondo spirituale al quale appartengono e dal quale provengono.

Se facciamo attenzione, dal sottofondo  del frinire delle cicale, possiamo ascoltare emergere la loro voce e il riecheggiare delle forme- pensiero create durante le meditazioni mattutine, possiamo percepire la sostanza spirituale che si è creata dal lavoro nel tempo e nello spazio, tuttora persistente.

Kaspar, l’ultima opera di Walter, dopo l’esposizione  agli influssi del cielo notturno,  segnato dall’eclissi di luna della notte precedente, è tornato al coperto.  Dopo aver ispirato ad Armando Fragassi la scrittura e la regia della performance Il Principe disincantato,  interpretata dai suoi studenti-attori,  Kaspar ha acquistato nuova vita e con le sue mani arrese al cielo e il cuore aperto al mondo,  ci parla della nostra umana duplice natura terrena e divina.

Così sono nate L’occhio di Atena, Tutankhamon, Mater,  Duale, Arca, Eclisse e New Way.

La scultura, e l’arte in generale, è lo specchio di chi siamo nella profondità interiore sconosciuta a noi stessi e ci permette, attraverso l’uso delle mani e del corpo , di  fare  passi nel mistero e di  risvegliare i sensi della percezione.

Vivere insieme questa esperienza crea correnti di simpatia e di fratellanza che prefigurano il nuovo mondo di pace, bellezza  e amore che tutti noi sogniamo e che sempre proviamo a costruire. Perché  il Mondo salvi l’arte.

Lascia un commento

Altri articoli del blog

  • Laboratorio d'arte di Walter Zuccarini
    facebook_1541513251242 (1)
    OFFICINA APERTA 2018 - Poesia del fare
  • download - Copia
    IMG_20171213_190919_099
    received_318789865522361
  • 1
    35861421_213323562638511_6669118173758881792_n (1)
    5-walter-zuccarini