Carlotta Livotto

Carlotta Livotto7 dicembre 2013

 

 

 

Cercavo una  via d’uscita verso la libera espressione, e in fondo chi lo sa quello che cercavo, forse nemmeno io, però quel che so è ciò che ho trovato.
Il coraggio di spingersi oltre gli ostacoli che spesso da soli ci si crea, la fiducia nella vita, ma in una vita vissuta con impegno, consapevolezza e amore, camminando per la via che ci è dato percorrere; imparare a cadere per non averne più paura, per accorgersi grazie ad essa che la nostra anima si sta destando, la luce che dentro di noi risiede e che silenziosamente tutti ci riscalda, aspetta che la creatività si manifesti! La luce che dal buio in esso contenuta vuol purificarsi e svelarsi attende l’arte come pura e libera forma di espressione si protrae così attraverso pensieri buoni ed elevati sentimenti, culmina in azione che non sussiste in sé e per se stessa ma che porta cambiamento, giovamento e una nuova visione a tutti coloro che ci circondano!
Tutto questo è all’umana portata (e ben altro di più) anzi, è lo strumento che l’essere umano ha bisogno di imparare a suonare. Non volerlo intendere come abbracciarlo è libera scelta di ognuno.
Si creano giochi di vapori e nebbie fitte. Ora vedi, il vascello ti attende, ma fino ad un certo punto. Solo se sarai pronto ad accoglierlo e prima di tutto a crederci.
Incontrai un luogo nell’estate del 2019 pronto ad accogliere lo spirito della creazione artistica attraverso condivisione e conoscenza interiore, la Casa per le Arti. Dopo un primo mese, dove iniziai a comprendere che la vita qui era ben diversa da come crediamo sia il mondo, decisi di tornare e prendere parte al progetto.
Di lì a un anno avvennero molte magie, la più manifesta fu la costruzione del nuovo laboratorio al quale Walter ed Emilia lavorano da qualche anno. Montammo così le porte e i vetri, il pavimento e gli stipi. Iniziò a prendere forma, vita ma soprattutto calore nato dal legno, dal lavoro delle nostre mani e dai nostri cuori.
Ciò che si respira, tutto ciò che ho ricevuto e spero di aver dato attraverso il fare di quest’anno, i piccoli gesti e i silenzi eloquenti, si riassume nell’intento di portare i pensieri nell’azione, intrisa di amore per ogni gesto, e di profonda conoscenza, della quale tutti siamo alla ricerca.
Ringrazio la vita e la libertà di vedere nelle possibilità che via via si creano, un punto di svolta.

Altri articoli del blog

  • walter zuccarini chieti la casa per le arti residenza creativa sculture ewbanista
    lacasaperlearti-walter-zuccarini-chieti-arte-artigianato
    We As Nature-roma-interno14-zuccarini-dinunzio
  • incontro con La Scuola di formazione ad indirizzo Naturopatia biointegrata | 24 ottobre 2020
    corso tornitura 2020 evento
    PIETRA DELLA MAJELLA
  • casa-per-arti-chieti-abruzzo-residenza-artistica-artigianato-scultura-restauro-corsi
    Settimana magica - incontrare se stessi 2020